La musica piange David Bowie.”Lazarus”, un singolo per raccontare il suo addio

 

Ieri si scrivevano articoli sul ritorno di David Bowie sulle scene, proprio nel giorno del suo compleanno, stamattina la notizia è purtroppo ben più amara.

david bowie

Ecco a voi David Robert Jones nella vita, David Bowie nella musica. L'artista che ha trasformato se stesso in un capolavoro.

Eclettico, futurista, il dandy della musica pop-rock, uno dei pochi che è riuscito a diventare leggenda e non lo ha fatto da morto. I suoi glitter, il suo modo di guardare il mondo da lontano nello spazio, il suo futurismo, la mimica: dettagli accuratamente studiati, in un'artista che cambiava ogni volta se stesso e si immergeva in un altro personaggio."Senza di lui una come Lady Gaga non sarebbe esistita" dicono.

A soli 69 anni appena compiuti e trenta di carriera sulle spalle, il Duca Bianco si spegne dopo anni di lotta contro il cancro, ma decide di farlo in grande stile fino alla fine; giovedì 7 gennaio infatti è stato diffuso il video di "Lazarus”, singolo che fa da secondo estratto del nuovo disco di David Bowie. Il video, diretto da Johan Renck, ha un’ambientazione decisamente inquietantedavidbo, con un Bowie disteso e legato, bendato in un letto d’ospedale.

"Guardate qui, Sono in paradiso
Ho cicatrici che non possono essere viste
Ho drammi, non possono essere rubati
Tutti mi conoscono adesso"

Probabilmente immagini e testo raccontavano con un simbolismo non scelto a caso, il presagio della sua dipartita, che lui come tutti nel mondo della musica già immaginava da tempo.

“Lazarus” fa parte di “Blackstar”, il nuovo album uscito l'8 gennaio 2016. A distanza di tre anni di duro lavoro - l'ultimo disco pubblicato," The Next Day", era uscito nel 2013 - diverse riviste musicali lo considerano come un disco un po’ sperimentale: una fonte di Pitchfork ha definito il disco «completamente folle».

“As was the case with Miles Davis in jazz, Bowie has come not just to represent his innovations but to symbolize modern rock as an idiom in which literacy, art, fashion, style, sexual exploration and social commentary can be rolled into one.”

Rolling Stones Magazine

Ma non è finita qui: la Rough Trade Record Stores donerà i ricavati delle vendite dell'album di Bowie alla ricerca sul cancro per tutto il resto del mese. 

Vi lasciamo con il video di "Lazarus".

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail