Valentine’s Day: C’era una volta..Yoko e John

 

johnyoko3

C’era una volta Yoko e John. La storia d’amore (seppur travagliata) più importante del secolo nel mondo della musica.

 

La prima volta che si incontrarono, John e Yoko si guardarono e da quel momento fu per sempre. Nella galleria dell’artista londinese Fluxus nasce la loro attrazione, la loro reciproca curiosità è subito evidente, ma passerà qualche mese prima che i due finalmente decidano di approfondire la conoscenza, anche e soprattutto a causa delle loro rispettive unioni e famiglie.

 

Il 19 maggio del 1968, John decide di invitare fuori Yoko e le propone di passare la notte insieme, una notte da trascorrere componendo musica. La donna accetta e da lì nasce la loro prima collaborazione, dal nome Unfinished Music No.1- Two Virgins. Questo progetto suggella la loro unione, con la consapevolezza che da quel momento in poi non avrebbero più fatto a meno l’uno dell’altra. 

 

Il disco prende forma e da lì nascono ulteriori progetti. Yoko ha una personalità forte e dominante, aspra e a tratti spigolosa, irritante. Impegnata in molte campagne civili, sembra dominarlo dal punto di vista emotivo, culturale e sessuale. Lennon più docile e fragile, vede nella compagna una figura materna e protettiva.

 

“Mia moglie è anche il mio migliore amico. Yoko è una parte di me. Io ho una mano destra, una mano sinistra e ho Yoko. Yoko sono io”.

 

Johnyoko1

Gli opposti si attraggono, si compensano, e così anche la loro musica funziona. Ma ciò che incuriosisce, che maggiormente attrae il pubblico, è la loro intimità di coppia, tutti possono spiare dal buco della serratura la loro vita a due.

 

I loro travagli personali diventano spunto per fare musica, ne è la dimostrazione la traccia Baby’s Heartbeat, registrazione del battito del cuore del bambino mai nato e perduto da Yoko per un aborto.

 

I due raccontano la loro vita, le loro difficoltà, ma tutto ciò non giova ai Beatles.

 

Tramontata l’era della band inglese, John si toglie la maschera da bravo ragazzo del pop e decide finalmente che è arrivato il momento di essere se stesso, mostrando tutte le sue inquietudini.

 

John e Yoko si sposano il 20 Marzo del 1969 alla Rocca di Gibilterra. Il Wedding Album è composto da due sole tracce della durata complessiva di oltre quaranta minuti, in cui nella prima si ascoltano le voci dei due chiamarsi con lo sfondo dei loro battiti, mentre nella seconda un resoconto della loro luna di miele ad Amsterdam - il viaggio del famoso Bed - in in cui i due, da sempre attivisti nel sociale, rimasero a letto per una settimana in segno di protesta contro la guerra del Vietnam.

 

La loro vita diventa sempre più di dominio pubblico; di loro seguiamo movimenti, stati d’animo, le litigate e, infine, la loro crisi.

 

Yoko decide che la scelta migliore per entrambi è quella di allontanarsi.

 

johnYoko

Così, mentre lei rimane a New York, John si trasferisce forzatamente a Los Angeles, dove affronta un momento difficile caratterizzato dall’insorgere della sua dipendenza dall’alcol e dalla vicinanza con May-Pang, sua assistente/amante. May si innamorerà di John e il genio vivrà “l’euforia di trovarsi per la prima volta da quando aveva vent’anni senza guinzaglio”. Ma la libertà comincia a fargli paura.

 

Le settimane diventano mesi, finchè John decide di tornare e cambiare qualcosa nella sua vita con Yoko. Nel 1975 nasce Sean Lennon, così il "nuovo John" decide di di allontanarsi per un po’ dai riflettori per fare il padre. Le immagini che lo ritraggono mostrano un padre amorevole, che va al parco e che sforna pane fatto in casa, mentre sua moglie Yoko rimane attenta a salvaguardare il nome e il patrimonio rimanendo socialmente attiva. Il loro sodalizio si rafforza, ma i due tenderanno ad isolarsi sempre più. Secondo Mc Cartney fu di Yoko la colpa del suo allontanamento dal gruppo.

 

Dopo cinque anni nelle retrovie, John Lennon capisce di essere pronto per il rilancio e produce Double Fantasy, l’album che sancisce la loro nuova immagine; non ci sono più grida e lamenti, bensì cori e allegria. L’ uccisione di John Lennon è un fulmine a ciel sereno; il cantante muore l'8 Dicembre del 1980, assassinato da Mark David Chapman, disoccupato di 25 anni che dirà: “Anch’io come il protagonista volevo condurre una crociata contro l’ipocrisia del mondo degli adulti. Lennon era una truffa, tutto era finto in lui”.

 

Da quel giorno Yoko Ono decide di vestire i panni della vedova ed il ricordo di suo marito diviene una vera e propria missione, un culto da rispettare attraverso ricorrenze e ricordi mantenuti intatti; sei mesi dopo la morte di John, sua moglie decide di ricordarlo pubblicando un album dal nome Season of Glass, la cui copertina ritrae gli occhiali di John insanguinati. Per lei si prospetta un nuovo matrimonio, ma sullo sfondo del ricordo sempre vivo di un amore travagliato che ha segnato la storia del rock.

  

Liberamente ispirato al libro "Rock in Love"di Laura Gramuglia.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail