Tutti pazzi per le Storie di WhatsApp! Cosa sono e come vederle

In principio fu Snapchat, poi Instagram, Facebook ed ora WhatsApp. Le Storie ci hanno letteralmente conquistato!

 

 

Ill: Shout (Alessandro Gottardo)

 

 

C'è però ancora qualcuno che non sa cosa siano e come funzionino, ebbene amici oggi ci rivolgiamo a voi e vi forniamo una piccola guida "How To".

 

Premessa: WhatsApp è diventato un social network, non si tratta più solo di messaggistica istantanea.

 

"Quando abbiamo lanciato WhatsApp - ha spiegato Jan Koum, uno degli fondatori ed ideatori di WhatsApp - l'idea era quella di creare un'app per la condivisione di aggiornamenti di stato, poi abbiamo notato che le persone la utilizzavano per comunicare in tempo reale e l'abbiamo ridisegnata rendendola un'applicazione di messaggistica istantanea. Ogni giorno vengono inviati 50 miliardi di messaggi su WhatsApp: questo dato comprende più di 3.3 miliardi di foto, 760 milioni di video e 80 milioni di Gif. Nel corso dell'ultimo anno, il numero di immagini condivise è raddoppiato mentre quello di video è triplicato. Con la nuova funzione è possibile rispondere privatamente ai propri amici e controllare chi vede gli aggiornamenti di stato personali e sarà presto disponibile per gli utenti con dispositivi con sistema operativo iOS, Android e Windows. Tutti gli aggiornamenti scompariranno dopo 24 ore. E così come accade per gli altri messaggi è possibile applicare la funzione 'silenzioso' quando si preferisce.

 

Cosa sono le storie?

 

Le storie sono aggiornamenti di stato: immagini, video, frasi, che vogliamo mostrare ai nostri contatti e che ci permettono di tenere una sorta di diario di bordo della giornata.

 

Grazie alle storie, la comunicazione è visiva, istantanea. E' come se appuntassimo pensieri su una serie di post it, se scattassimo polaroid per "congelare" istanti della nostra giornata.

 

Quale è la differenza con le normali foto? Le storie durano solo 24 ore. Dopo che tale intervallo di tempo sarà scaduto, le foto saranno automaticamente eliminate.

 

Le altre grandi novità delle Stories di WhatsApp sono: la durata dei video, che potranno essere lunghi fino a 45 secondi, e la possibilità di impostare vari livelli di privacy - l'utente potrà condividere gli aggiornamenti con tutti i contatti presenti nella sua rubrica o potrà selezionarne alcuni a cui mostrarlo o a cui nasconderlo.

 

Come caricare la propria storia su WhatsApp e vedere quelle degli altri?

 

Le Storie su WhatsApp si chiamano "Stato" e vanno a sostituire la frase che accompagnava il nostro nome o il classico "Hey there! I'm using WhatsApp" dei più pigri.

 

Il primo step per entrare nel "magico mondo dello Stato" è aggiornare la propria versione di WhatsApp dallo store del proprio smartphone.

 

Una volta scaricato l'aggiornamento, vedrete che nella schermata principale dell'app (quella in cui compare tutto l'elenco delle vostre chat) sarà comparsa la voce "STATO" - spesso accompagnata da un piccolo cerchietto, che indica la presenza di nuovi Stati dei vostri amici.

 

 

CREARE UNO STATO

 

Creare il proprio è semplicissimo!

 

1- Basta cliccare sulla voce STATO e successivamente sul simbolo + .

 

2- A quel punto la parte alta dello schermo andrà in modalità fotocamera e in quella bassa comparirà una barra con le immagini che avete nella vostra galleria media.

 

3- Potrete dunque scegliere di pubblicare un nuovo scatto o di usare una vecchia foto.

 

4- Una volta deciso vi basterà cliccare sulla classica freccia di invio di WhatsApp (in basso a destra sullo schermo).

 

Et voilà! Avete aggiornato il vostro Stato.

 

 

VEDERE GLI STATI DEGLI ALTRI 

 

1- Clicca sulla voce STATO

 

2- Ti si presenterà davanti una lista: in alto ci sarà la voce "Il mio stato" (dove potrai rivedere il tuo - eventuale - aggiornamento), sotto appariranno invece i nomi dei tuoi contatti che hanno pubblicato il proprio stato

 

3- Basterà cliccare sul nome del contatto per visualizzarne lo stato/ la storia.

 

4- Largo alla curiosità ed all'interazione! Potrai commentare i singoli stati ed il messaggio che digiti sarà recapitato PRIVATAMENTE al tuo amico. Cosa chiedere di più?

 

"Il format delle Stories diventerà universale" - ha detto qualche anno fa Kevin Weil del team Snapchat. Aveva decisamente ragione.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail