Maud Fernhout: I veri uomini piangono, le vere donne ridono

Maud Fernhout è una talentuosa fotografa olandese, ma prima di tutto è una giovane donna sensibile e anticonformista che ha voluto lanciare un messaggio ai suoi coetanei.

 

Maud Fernhout

Maud ha infatti creato un progetto fotografico che mira a rovesciare gli stereotipi di genere ed a spazzar via l'idea che gli uomini non devono piangere e che le donne non fanno altro dalla mattina alla sera.

 

Gli uomini veri piangono e le donne vere ridono - e viceversa. Nessuna regola, nessuna vergogna.

 

I ritratti di Maud esprimono questa libertà totale di provare e vivere le emozioni fino in fondo, di mostrarle senza pudore, anche solo perchè ci va.

 

"Quello che voglio mostrarvi - ha raccontato la fotografa -sono i pensieri e le sensazioni che provano dozzine e dozzine di ragazzi e ragazze della mia generazione, non solo di quelli che si sono seduti sulla mia sedia e mi hanno mostrato loro stessi. Perchè sono veri e sono davvero belli ed hanno qualcosa da dire. 

 

Gli uomini ed il pianto

 

"Sii un uomo." 

 

A quanti di voi ragazzi è stata detta questa frase? O quanti di voi se la sono detta? Essere un uomo significa davvero sopprimere le emozioni, agire come se non le provassi (ad esempio evitando di piangere), anche quando non ci sono altre persone? Per quanto mi riguarda non è così. Penso che esprimere le proprie emozioni ed esporsi con le persone che ti circondano sia un modo di mostrare forza e personalità, non debolezza.

 

Anche se questi photoshoot sono spesso stati difficili ed hanno suscitato reazioni più controverse di quelli delle ragazze, custodirò per sempre l'incontro di anime che ho avuto con alcuni di questi ragazzi. Perchè alla fine la questione non è il pianto - quella è solo la rappresentazione visiva in questo caso. La questione è mostrare le proprie emozioni ed aprirsi. Ed io penso davvero che nella nostra società queste manifestazioni siano meno accettate per gli uomini che per le donne. 

 

Le donne ed il riso

 

Mi è capitato più volte di incontrare ragazze che "odiassero" la propria risata. La trattengono, specialmente in pubblico, o si coprono la bocca con le mani - cosa non molto comune tra gli uomini.

 

Immagina tuo fratello, tuo padre, o qualsiasi altro uomo della tua vita, che ride rumorosamente con le mani di fronte alla faccia.

 

Esattamente. 

 

Percepisco discrepanza nel fatto che alle ragazze sia detto di sorridere, ma non di ridere. Ci fa pensare che i denti e le rughette non siano femminili, che non siano belli. Beh, qui ci sono delle ragazze che vi dimostreranno il contrario. Che vi diranno il contrario. Che si sono dichiarate - prendendo parte a questo progetto - diverse, contrarie". 

 

 

Ecco alcuni degli scatti di Maud:

 

 

 

 

 

-> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Albert Pocej: Istantanea di un orgasmo

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail