Serie Tv: la bella stagione #classici

È tempo di cambiare il guardaroba, è tempo di cambiare stagione. Sono in arrivo nuove serie tv, tra novità assolute e sequel. Better Call Saul, House of Cards, ma anche altre meno note.

 

 

 

Grace and Frankie (24 marzo, Netflix)

 

Terza stagione per due attrici di tutto rispetto. Jane Fonda e Lily Tomlin sono due donne 70enni, che si ritrovano improvvisamente single dopo che i loro mariti hanno fatto coming-out e hanno deciso di sposarsi. Grace e Frankie si ritrovano dunque a condividere le nuove gioie e i nuovi dolori, senza dimenticare le gelosie e le invidie che le avevano divise. Si riparte da dove le avevamo lasciate: alle prese con i vibratori.

 

 

 

 

The Get Down (7 aprile, Netflix)

 

Seconda parte della prima stagione (formula un po' insolita, lo sappiamo). La serie al suo debutto aveva diviso critica e pubblico, ma d'altronde è la storia di Baz Luhrmann. L'autore e regista di Romeo + Giulietta e di Moulin Rouge si è sempre contraddistinto per il suo stile kitch, potente e folle.

 

La prima parte della serie era ambientata nel 1977. Ora ricominciamo dall'anno dopo: il 1978. A far da sfondo (e sottofondo) sono sempre l'hip hop e la musica disco.

 

 

 

 

Better Call Saul (10 aprile, AMC)

 

Terza stagione per l'avvocato più iconico della storia delle serie tv. Better Call Saul nasce come spin-off della famosissima Breaking Bad. In questa stagione, l'avvocato penalista James McGill dovrebbe diventare finalmente Saul Goodman, il personaggio che tutti conoscono. Il momento è arrivato.

 

 

 

 

Sense8 (5 maggio, Netflix)

 

Seconda stagione. Ci sono 8 personaggi. Non hanno nulla in comune. Nazioni diverse, religioni diverse, cultura diverse. Niente li accomuna, se non fosse per un super potere: sono in grado di percepire le stesse sensazioni e gli stessi pensieri. Questo li rende di fatto 8 individui ma una sola entità. Dirigono le sorelle Wachowski, le due signore che diressero Matrix - anche se all'epoca erano due fratelli.

 

 

 

 

House of cards (30 maggio, Netflix)

 

Non penso ci sia bisogno di presentazioni. Quinta stagione per Kevin Spacey e Robin Wright. I retroscena della politica. E dopo quello che è successo negli Stati Uniti, siamo tutti curiosi di vedere cosa si inventerà il vecchio Frank.

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail