Old rock won’t stop #2

Old rock won't stop! Il mercoledì Offline Magazine ti porta indietro nel tempo. Tre brani indimenticabili, tre tracce tutte da scoprire.

 

 

 

 

#1 : OYE COMO VA - SANTANA

 

 

Made in 1970, Oye como va fa parte del secondo album della latin rock band Santana (che prende appunto il nome dalla chitarra solista del gruppo, Carlos Santana).

 

 

Un assaggio di mare, un brano guascone dal gusto dolce amaro di Tequila Sunrise. Quando parte, questo pezzo ci prende e ci catapulta on the road, come se arpeggiassimo la nostra chitarra immaginaria.

 

 

 

 

Curiosità: Michael Shrieve, il batterista pazzoide dei Santana, é un genio della bacchetta, con un groove fenomenale e folle. Memorabile la sua esibizione live con i Santana a Woodstock nel '69.

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

#2 : EDGE OF SEVENTEEN - STEVIE NICKS

 

Stephanie Lynn Nicks, detta Stevie. Si fa conoscere dal grande pubblico con i Fleetwood Mac e la sua carriera ha un'ascesa vertiginosa, a tal punto che - a quattro anni dall'esordio con la band - Stevie intraprende parallelamente la carriera da solista.

 

 

Non più solo un'accompagnatrice vocale di leader maschili, ma protagonista assoluta del panorama pop-rock anni '80, il successo di Stevie cambia profondamente il ruolo delle donne nel mondo discografico. La Nicks produce hit mondiali a go-go.

 

 

Il pezzo che proponiamo mette in luce la sua voce graffiante, energetica, sensuale. E' come se la cantante si rivolgesse proprio a te e cercasse di dirti: "Baby, con me non si scherza! Sono una donna che non deve chiedere mai".

 

 

Curiosità: la Nicks è stata un'apripista e punto di riferimento per varie cantanti, tra cui ad esempio la scatenatissima Cindy Lauper.

 

 

 

 


 

 

 

 

#3 : I REMEMBER YOU - SKID ROW

 

 

 

I remember you è tratta dall'album d'esordio degli Skid Row, disco uscito nel 1989 - che prende proprio il nome dalla band.

 

Gli Skid Row sono un gruppo statunitense da strapparsi i capelli! Ultimi baluardi del Glam Rock americano - genere che al tempo si avviava già al suo purtroppo inesorabile declino.

 

Il singolo che proponiamo è una ballad rock perfetta, studiata in ogni minimo dettaglio.

 

Immagina di ascoltarla in Cadillac, immerso nel nulla, mentre guardi il cielo e cerchi di cancellare il ricordo dell'ultima conquista.

 

Curiosità: il cantante Sebastian Philip Bierk ha cambiato il proprio nome in Sebastian Bach, in onore del compositore classico tedesco Johann Sebastian Bach.

 

 

 

 

 


 

Ti sei perso Old Rock won't stop #1? Leggilo qui:

 

Old Rock won’t stop #1

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail