ArtFutura, Creature Digitali: lo specchio del futuro all’Ex Dogana di Roma

"Questi artisti scienziati ci aprono le porte di un nuovo mondo digitale dove risulta evidente che tutto, come le loro opere, sarà in continua evoluzione. La loro arte rappresenta l'evoluzione di un mondo dove tutto sarà diverso, come anche i musei e gli spazi espositivi sempre più simili a luoghi dove poter usare l'immaginazione, dove poter visualizzare i nostri pensieri e i nostri sogni diventando parte attiva dell'allestimento come metafora della nostra esistenza".

 

 

 

artfutura

 

 

Schermi che proiettano progetti  ad altissima risoluzione, culture cinetiche che creano olografie galleggianti, campi magnetici che generano forme di ferrofluido dinamiche, esperienze audiovisive in cui sperimentare proiezioni virtuali sconosciute, opere interattive, accompagnate dalle luci soffuse degli ampi spazi espositivi dell'Ex Dogana di Roma.

 

 

Queste sono solo alcune delle installazioni presentate all'interno della mostra ArtFutura. Creature Digitali, un evento che ha avuto inizio il 29 aprile e che sarà a Roma ancora fino al 10 settembre 2017.

 

 

 

 

 

 

La mostra è curata da Montxo Algora, direttore dell'omonimo Festival internazionale "ArtFutura", prodotta da MondoMostre Skira con il patrocinio di Roma Capitale e dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".

 

 

 

 

Paul Friedlander (UK), Esteban Diácono (Argentina), Can Buyukberber (Turchia/USA), Sachiko Kodama (Giappone), Chico MacMurtrie (USA) e il collettivo Universal Everything (UK) saranno i sei protagonisti dell'evento insieme ad alcune opere provenienti dal festival internazionale ArtFutura che, da 26 anni, celebra in tutto il mondo l'arte multimediale.

 

 

Nato negli anni '90 dall'incontro fra alcuni dei pionieri della Cybercultura come Rebecca Allen, William Gibson e Montxo Algora, ArtFutura ha riunito in questo progetto le migliori Creature digitali internazionali. Scegliendo - non casualmente - l'Ex Dogana, da qualche anno luogo di sperimentazione.

 

 

Ph credit: Pagina FB ufficiale ARTFUTURA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail