GLOW: a grande richiesta tornano gli anni’80

Dal 23 Giugno è disponibile su Netflix una nuova serie tv: GLOW. Un gruppo di donne ed un regista di serie B mettono in piedi un programma di wrestling al femminile. Tutto terribilmente anni '80.

 

 

 

glow

 

 

 

Ispirata a Gorgeous Ladies of Wrestling (Le favolose donne del wrestling) ed ideata da Liz Flahive e Carly Mensch con la collaborazione di Jenji Kohan (ideatrice di Orange is the New Black), Glow racconta la storia di un regista e di un gruppo di donne, attrici professioniste o aspiranti tali, che nel 1985 a Los Angeles decidono di mettere su un programma di wrestling tutto al femminile - senza avere la benchè minima idea di cosa sia davvero questa "disciplina".

 

 

Non lo sapete neanche voi? Ma come! Il wrestling è una forma di intrattenimento a metà tra lo sport e la soap-opera, dove due uomini - in questo caso due donne - fanno finta di odiarsi e di picchiarsi.

 

 

A far da sfondo sono gli anni '80, non a caso il decennio più frivolo del secolo scorso.

 

 

 

 

 

 

Protagonisti della serie sono: Sam Sylvia, un cocainomane regista di serie B; Ruth Wilder, un'aspirante attrice drammatica; Debbie Eagan, un' ex attrice di soap-opera. Girano intorno a loro altri personaggi femminili: la teenager, la ragazza freak, la festaiola, etc. Se inizialmente possono sembrare tutti stereotipati, con l'evolversi della serie i protagonisti acquisteranno spessore e mostreranno profondità. Gilbert ha definito Glow una serie che «si diverte a far vedere come le sue protagoniste siano alle prese con certi stereotipi, mostrando allo stesso tempo come quelle donne siano in realtà molto più complesse e interessanti».

 

 

Entertainment Weekly ha spiegato che la serie «esamina gli stereotipi, li ingigantisce e poi li smonta».

 

 

 

 

 

 

Le puntate di Glow durano una trentina di minuti ed hanno un ritmo altissimo. Se vi ci mettete di buona volontà, l'intera serie può essere vista in una settimana. Se siete maniaci delle serie televisive, vi basterà una domenica!

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail