FLAG, il quartiere San Basilio si colora di Festival

Avrà luogo dal 21 al 24 Settembre 2017 nel quartiere romano di San Basilio (IV Municipio) e precisamente nello spazio gestito dall’ Associazione Culturale Torraccia, la rassegna culturale FLAG, ovvero il Festival della Letteratura Arcobaleno e Laboratorio di ogni Genere, un importante evento rivolto ai giovani del quartiere e a tutta la cittadinanza. L'evento Flag è promosso da Ars Media Group Srl, vincitore del bando "S'illumina - Copia privata per i giovani, per la cultura", con il contributo dell’Ente SIAE e del Ministero dei Beni Culturali, in collaborazione con le associazioni Gaycs LGBT e Factory 1342.

 

 

 

 

La scelta di sviluppare la manifestazione nel quartiere San Basilio, vuole destare l’attenzione in una delle zone in cui la crisi sociale ed economica capitolina è più intensa. La rassegna si sviluppa in quattro giornate in cui si alterneranno letture, prove di recitazione, dibattiti e laboratori, il tutto in funzione dello scambio e della condivisione, provocando una consapevolezza nei partecipanti: quella di condividere un momento di crescita per tutti, aldilà di ogni differenza sociale oppure di orientamento sessuale, cercando e trovando la vera ricchezza delle periferie romane, quella in cui le differenti culture si incontrano, dando vita ad un prolifico meltin pot di generi, etnie ed esperienze.

 

 

Al progetto è abbinato un contest rivolto ad autori under35, che presenteranno i loro testi nell'arco della manifestazione, fatti vivere sotto forma di mises en espace dalla compagnia teatrale DiciannoveeVenti. Cinquanta i testi arrivati, con una maggioranza di penne al femminile, visionati dagli organizzatori che hanno scelto i quattro vincitori che vedranno le loro opere pubblicate in Ebook.

 

 

Il festival punta dritto alla diffusione della letteratura contemporanea e ha come temi centrali l'identità di genere e l'orientamento sessuale, per far si che la conoscenza dell'altro e l'estinzione dei pregiudizi, possano finalmente divenire realtà. L’iniziativa parte dalla convinzione che le persone (siano esse eterosessuali, omosessuali, lesbiche e transessuali), condividano esperienze similari nell'adolescenza, come in tutta la loro vita, e che messe di fronte ad un vissuto comune raccontato dai protagonisti del festival Flag, possano arrivare a toccare con mano che l'altro, non è poi così diverso o distante da noi.

 

 

Sarà il giovane Mattia Di Tommaso a coordinare la kermesse, esprimendo parole di forte significato per il progetto: "E' stato un onore prender parte a FLAG insieme a altre persone altrettanto appassionate che come me si son fatte guidare dai fari dell'uguaglianza e della libertà, due termini che sottolineano la nostra pacifica lotta alla discriminazione" - e aggiunge in riferimento alla scelta del tema arcobaleno - "E' tempo di allargare l'orizzonte culturale di questo Paese che ha visto nascere una legge a tutela delle coppie omosessuali dopo trent'anni di battaglie. La nostra speranza, è che la diffusione della cultura a tema lgbt, possa impiegare meno tempo per mostrare al mondo l'universalità dell'amore e la necessità di pari diritti. Per tutti!".

 

 

L'ingresso è GRATUITO e il programma prevede quattro giornate dedicate alla proiezione di film e docu-film e di presentazione di progetti e convegni , intervallati da momenti di dibattito e letteratura su una delle tematiche (purtroppo) sempre più attuali.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail