Addio a Dolores’O Riordan, voce leader dei Cranberries

Just My Imagination cantava Dolores, la voce storica del gruppo irlandese The Cranberriesla band che ha fatto sognare gli adolescenti degli anni novanta, e che oggi piange la tragica scomparsa della frontwoman a soli 46 anni. La scomparsa è stata annunciata a sorpresa, ma la cantante aveva già annullato il tour europeo questa estate a causa di problemi di salute.

 

 

La famiglia, devastata dal dolore, ha chiesto massima discrezione ai giornalisti e ai fans. La notizia è stata resa nota e divulgata dalla manager: «La cantante della band irlandese The Cranberries era a Londra per una breve sessione di registrazione. Non sono disponibili al momento ulteriori dettagli - ha spiegato la sua agente - I familiari sono distrutti dall’aver appreso la notizia e hanno chiesto di rispettare la loro privacy in questo momento molto difficile»

 

 

Nata in Irlanda nel 1971, era entrata a far parte dei Cranberries nel 1990 in sostituzione di Niall Quinn, che aveva detto addio al gruppo da lui stesso fondato nel 1989. Dolores entra così in corsa nel gruppo con la quale condivide numerose tournée e tre album, Everybody Else Is Doing It, So Why Can’t We?, No Need to Argue, contenente il celebre brano Zombie, premiato come miglior canzone del 1995 agli Mtv Awards, e To the Faithful Departed del 1996. La band si scioglie nel 2003, ma Dolores decide di non lasciare la musica, intraprendendo una carriera da solista, nel quale pubblica Are You Listening del 2007, e No Baggage del 2009, e che la vede come giudice dell'edizione irlandese del talent The Voice. Il periodo solista però durerà solo sei anni, fino al 2009, quando i Cranberries si riuniscono. In carriera anche un duetto con Luciano Pavarotti, nel settembre del 1995, e nel 2007 con Giuliano Sangiorgi dei «Negramaro».

 

La sua vita lontana dai riflettori, fatta di problemi con il cibo, anoressia, disturbi psicologici l'aveva portata spesso ad allontanarsi dal palcoscenico. Dolores lascia due figli, avuti dal matrimonio con il manager dei Duran Duran, Don Borton, ma ci lascia la sua musica e la vogliamo ricordare con uno dei suoi brani più celebri.

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail