“Hell or High Water”, il diario di bordo di Passenger

Tra gli artisti inglesi di maggior successo negli ultimi anni e con album ai vertici delle classifiche, da venerdì 18 Maggio, Passenger ha annunciato il suo ritorno  con “Hell or High Water”, su tutte le piattaforme digitali ed in rotazione radiofonica.

 

 

 

 

Disponibile dallo stesso giorno anche la clip del nuovo singolo, diretta da Jarrad Seng. Il video è il risultato di un viaggio di tre settimane attraverso gli Stati Uniti, i cui paesaggi sono diventati lo sfondo naturale per questo brano che affonda le radici nella musica americana.

 

"Il brano è una personale inquisizione. Ero appena uscito da una relazione di parecchi anni ed ero sconvolto. E' stato per qualcosa che ho fatto io? Qualcosa che ha fatto lei? Il video è stato girato in qualche giorno in vari parchi nazionali -  Monument Valley, Valley Of Fire, Death Valley  e Joshua Tree - Questi epici e vasti paesaggi hanno veramente aiutato a riprodurreil sentimento del sentirsi persi in una ricerca senza speranza di risposte."

 

 

Queste le parole di Mike Rosenberg, in arte Passenger, che annuncia il suo nuovissimo singolo, che anticipa il disco in uscita a breve per Black Crow Records/Cooking Vinyl/Edel. Il nuovo album di studio, il decimo, di cui verranno presto indicati titolo e data di pubblicazione, segue il precedente “Young As The Morning, Old As The Sea”, l’ultimo disco pubblicato a settembre 2016 che, in una sola settimana dalla sua uscita, ha raggiunto la N.1 della Album Chart in UK, Australia, Nuova Zelanda e Svizzera, con singoli al top degli airplays radiofonici ed un lunghissimo tour mondiale che lo ha visto impegnato in oltre 97 concerti e 23 busking shows.

 

 

“Anywhere”, brano tratto da “Young As The Morning, Old Has The Sea”, ha superato i 60 milioni di streaming. Un successo che, a sua volta, arriva dopo gli ottimi riscontri di “All The Little Things”, album del 2012 diventato disco di platino e multi-platino in ben 11 Paesi e contenente la super hit “Let Her Go”, brano ai vertici delle classifiche in 19 Paesi, nominato ai Brit Award come singolo dell’anno (2014) e che ha fatto conquistare a Passenger numerosi premi come un Independent Music Awards ed un Ivor Novello.

 

 

 

“Hell Or High Water”, si ispira al Nord America, sia musicalmente che nel testo, mostrando un rinnovato approccio dei Passenger al pop-folk di matrice americana. Il brano è una fotografia dei paesaggi e delle atmosfere (naturali e musicali) dell’America del Nord e parla della strada come viaggio, sia in senso stretto che come metafora del viaggiatore nascosto in ognuno di noi.

 

A breve verranno annunciate maggiori novità sul nuovo disco in arrivo e sul tour, ma già dal primo singolo, scritto e prodotto dal menestrello inglese Mike Rosenberg, col collaboratore di lunga data Chris Vallejo, si intuisce aria di cambiamenti - personali e di conseguenza musicali - per Passenger!

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail