Enzo Anastasio, il poeta del sax live con Garfield e Luongo

Ci sono ancora dei musicisti che girano nei piccoli locali storici, che respirano musica e suonano come mamma li ha fatti. Enzo Anastasio è uno di quei musicisti a cui piace sporcarsi con la musica di qualità. Le persone pendono dal suo sax.

 

 

 

 

Anastasio, con il suo ultimo tour (che segue il suo ultimo album Through the Sky ), ci ha fatto respirare aria di Los Angeles, con quel vento che ti scalda e ti fa sentire bene. La qualità non viene da sé e nella data in cui ho avuto il piacere di essere ospite - giovedì 15 novembre al BIG MAMA di Roma - si è fatto spalleggiare dagli straordinari musicisti che hanno suonato nel suo album: Federico Luongo e David Garfield.

 

 

Federico: chitarrista doc, finissimo nel suo stile quasi controllato, che ti fa entrare in un altro mondo. E' strabiliante quando suona, ha un orecchio finissimo; non perde nell’improvvisare, anzi acquista quel quid in più.

 

 

Durante la serata però, sia Federico che Enzo hanno dovuto dare il meglio di sé per tenere testa a quel toro scatenato di Mr. David Garfield, musicista raffinato, che ha suonato con il mondo sempre in modo umile e professionale, ma mettendoci sempre quell’euforia ed un po’ di pazzia che lo contraddistingue.

 

 

"David Garfield è stato per me un incontro speciale - mi ha raccontato Anastasio - un musicista con esperienza incredibile, una musicalità e gusto unico, persona sensibile e carismatica...un amico. Grazie a lui sono riuscito a registrare il disco a Los Angeles, è stato il mio gancio in America. Gli devo molto. L’esperienza vissuta insieme qui in Italia ha rafforzato ancora di più il nostro rapporto musicale e di amicizia. Momenti irripetibili vissuti insieme sui vari palcoscenici...non vediamo l’ora di replicare. Federico Luongo è uno dei miei migliori amici (come un fratello per me) musicista talentuoso, dotato di una tecnica formidabile, una persona stupenda, sempre disponibile e scrupoloso. Oltretutto sempre presente nei miei progetti come chitarrista, ha curato molti degli arrangiamenti del mio disco Through the sky. Federico è il mio compagno di viaggio musicale".

 

 

 

Sul palco con Anastasio, oltre a Luongo e Garfield, anche i DA NU JAZZ 4et: Costantino Kosta Ladisa (sax), Francesco Puglisi (basso), Antonio Iammarino (tastiere), Andy Bartolucci (batteria).

 

Kosta e Anastasio hanno suonato entrambi il sax alto. Un'esperienza inconsueta, una formazione che non ha creato confusione come si penserebbe, ma che al contrario ha dato il via ad un botta e risposta che armonizzava a dovere i pezzi della serata.

 

 

"Through the sky" è il primo album inedito di Enzo, nove tracce dalle atmosfere italo-americane, un sound che non ti fa smettere di muoverti, di ballare. Sentirle suonate dal vivo è un'esperienza unica, che consiglio davvero a tutti gli amanti della musica e del sax, suonato meravigliosamente.

 

 

Anastasio è un poeta del sax, fa innamorare con le sue note, alla ricerca di una felicità che fa sorridere, sognare e credere nell’impossibile.

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail