Posted on: 7 Novembre 2015 Posted by: Francesca Muscarà Comments: 0

 

«Viaggiare da sole non significa affatto essere sole. Significa che vi dovete arrangiare a portare la valigia».

b99cf1dc699f6a61337b9d4542af80b6

Un kit di pronto soccorso per la solitudine. Come spesso succede nei libri ad un certo punto della vita si sceglie: si sceglie di stario viaggio da sola soli, perché c’è qualcosa che non va. Questa volta non è Maria a voler scegliere di cambiar vita, di sterzare e di darsi da fare, da sola.

A volte è il destino ad obbligarti a prendere una strada che proprio non ti va giù. Ma si sa che a volte tocca ed è bene sapersela cavare da sole, prima impariamo e meglio è. Così Maria si ritrova tra alberghi, treni, amici, amori, malinconia e decide che se è la vita a dover scegliere per lei, tanto vale arredare al meglio la sua solitudine e farlo in abito da sera.

In un libro che mescola emozioni e ironia, cuore e cervello, Maria Perosino racconta di come in realtà non si è soli se non ci si sente soli, catturando sguardi e momenti preziosi per la crescita personale, e apprezzando i piaceri della vita fregandosene di chi sta a guardare.

Una vera camomilla per l’anima.