Posted on: 16 Gennaio 2016 Posted by: Gioia Vannicola Comments: 0

 

Bentornati! Cerchiamo di riprenderci da queste feste, che per quanto mi riguarda sono state all'insegna del cibo e dell'assoluto relax. Ma non mi sono di certo dimenticata del nostro appuntamento settimanale: al massimo, un attimo distratta! 

Dove ci eravamo lasciati? Ah si, alle illusioni ottiche, ai giochi che gli architetti e gli artisti illuminati hanno creato per confondere le nostre menti e perché no, per prendersi gioco di qualche sapiente spocchioso.

A volte questa "magia" si crea non tanto per le qualità degli "illusionisti" in questione, quanto per la realtà stessa, che in modo del tutto casuale si manifesta nella sua spettacolarità.

addc54706ef826022674f5a9641c083a

Se da un lato avevamo Borromini e la sua galleria otticamente distorta, qui ci troviamo di fronte forse alla semplice casualità (nulla togliere a dei probabili abili urbanisti) e all'imprevedibilità.

Quale dolce voglio consigliarvi oggi? Nulla di impegnativo, state tranquilli: dobbiamo riprenderci tutti! 🙂

Vi propongo Via Piccolomini, posizionata sul Gianicolo e quindi in uno dei colli più alti della città. Così alto da avere una visuale privilegiata su uno dei grandi tesori della Capitale, la Cupola di San Pietro.

La fama di questa strada non esisterebbe senza la cupola stessa: provate a percorrerla in tutta la sua lunghezza (circa 300 metri).  Vi consiglio di farlo in macchina, meglio ancora ad una velocità bassa e costante, e di notte, dove la visione é ancora più suggestiva.

Cameriere, ma cosa avrà di così speciale questo dolce?

Semplicemente  che più si va avanti e più paradossalmente la cupola anziché apparire più grande, sembrerà più piccola, meno vicina!

Sarà l'allineamento esatto dell'asse della via con la cupola. Sarà per la vegetazione omogenea ai bordi della strada o per le case perfettamente allineate. Sarà per un gioco creato appositamente per confondere il nostro cervello, il quale soffermato a fissare la cupola, non si accorge di come il contorno si plasmi per mostrare tutti ciò! Fatto sta che la "magia" é evidente ai nostri occhi.

Non ci credete? Percorretela nel senso opposto (attenti ad andare in retromarcia!) e se proprio non vi capita di andarci,  c'é sempre Street view! 😛