Posted on: 21 Giugno 2016 Posted by: Francesca Muscarà Comments: 0

Cosa ci fa un pianoforte a coda nel bel mezzo del Polo Nord?

normal_ludovico_einaudieinaudi

 

Per una giusta causa, tutto si può. Il protagonista di questa fantastica iniziativa è il pianista e compositore Ludovico Einaudi, che ha scelto di girare un video (nientepopodimenochè) su una piattaforma galleggiante al Polo Nord suonando la sua “Elegy for the Arctic” a favore della campagna di Greenpeace per la difesa dell’ambiente polare.Arrivare qui è un esperienza incredibile”ha detto Einaudi, che sostiene l’appello firmato da quasi otto milioni di persone per chiedere alla comunità internazionale di sottoscrivere al più presto un accordo contro lo sfruttamento di questo ambiente e contro i cambiamenti climatici.

“L’artico non è un deserto, ma un luogo pieno di vita”

“Ho potuto vedere con i miei occhi – dichiara – la purezza e la fragilità di quest’area meravigliosa e suonare una mia composizione ispirata alla bellezza dell’Artico e alle minacce che subisce a causa del riscaldamento globale. Dobbiamo comprendere l’importanza dell’Artico per proteggerlo prima che sia troppo tardi”.

 

Vi lasciamo con il video da brividi!