Posted on: 20 Settembre 2016 Posted by: Matteo Prosperi Comments: 0

Si è da poco conclusa la premiazione degli Emmy Awards 2016Game of Thrones, Veep e The People vs. O.J. Simpson: American Crime Story, i vincitori. 

 

bade0a0367ec66e856695d80b8d37820

 

Nella notte tra il 18 e il 19 Settembre sono stati assegnati i premi più importanti per la televisione statunitense: gli Emmy Awards. Durante la cerimonia sono generalmente premiate soltanto le categorie più importanti: Serie, Attori, Regia, Sceneggiatura; tutti declinati a seconda del genere. Gli altri premi rientrano nella categoria Primetime Creative Arts Emmy Awards e sono assegnati in separata sede.

cec54f91091b744252b2727dcf044534A trionfare quest' anno è stata la serie Game of Thrones (Trono di Spade)che si è aggiudicata ben 12 premi, tra cui quello come Miglior serie drammatica.

Particolarmente apprezzato è stato il 9° episodio della serie, La battaglia dei bastardi, che si è aggiudicato i premi come Miglior regia per una serie drammatica e Miglior sceneggiatura per una serie drammatica. La storia degli Stark e dei Lannister è così diventata la serie televisiva più premiata della storia: in soli due anni si è infatti portata a casa 38 premi. E mancano ancora due stagioni al gran finale!

I network televisivi che si sono distinti durante la serata sono quindi stati la HBO, che ha vinto anche il premio come Miglior serie comedy con Veep - Vicepresidente Incompetente e la FX che con The People v. O.J. Simpson: American Crime Story ha vinto 9 premi, tra cui Miglior miniserie, Miglior attore protagonista, attrice protagonista e attore non protagonista.

4d05f57e67996b40bc39b064017601ecIl mercato delle serie tv è sempre più in crescita. Il capo della FX, mister Landgraf, ha definito il fenomeno che si sta verificando in questo momento come "Picco TV" e ha annunciato il record di 419 serie prodotte in un solo anno.

A differenza degli anni passati, ci siamo trovati davanti ad un gruppo molto diversificato di vincitori. Il presentatore della serata, Jimmy Kimmel, ha sottolineato tale eterogeneità confrontandola con la selezione degli Oscar, che, a suo parere, restano troppo conservatori.

Curiosità della serata: Alan Yang, vincitore insieme a Aziz Ansari per Master of None, ha incoraggiato i genitori asiatici a sostenere i sogni cinematografici dei propri figli, notando come manchino spettacoli e film televisivi interpretati da asiatici-americani.

"Ci sono 17 milioni di americani asiatici in questo paese - ha ricordato Yang - e ci sono 17 milioni di americani italiani. Loro hanno Il Padrino, Quei bravi ragazzi, Rocky, The Sopranos".