Posted on: 6 Dicembre 2019 Posted by: Redazione Comments: 0

School in motion è pronto a tornare per la sua seconda edizione!

 

Il Festival internazionale del corto educativo ha debuttato a maggio 2019 riscuotendo moltissimi consensi.

 

Incentrato sull’animazione in ambito educativo, School in motion mira a comunicare cultura attraverso il linguaggio audiovisivo, a ricercare e sperimentare format educativi innovativi ed a sollecitare la collaborazione tra il mondo cinematografico/artistico e quello scolastico.

 

La seconda edizione si terrà presso il Museo delle Arti del XXI secolo di Roma, MAXXI, il 15 maggio 2020.

 

Cosa è School in motion

 

Il Festival è promotore di un contest rivolto ad artisti di qualsiasi nazionalità ed età, quali cartoonist, cg artists, videomakers, creativi, innovatori e sperimentatori nell’ambito della video animazione, degli effetti speciali, della documentaristica, dello spot, del videoclip, dello storytelling, del promo-trailer. Agli artisti è richiesto di spendere la propria competenza nel sociale, trattando contenuti educativi per la scuola; anche le scuole, i docenti e gli alunni sono invitati a cimentarsi nelle arti cinematografiche per raccontare in modo originale e personale temi e argomenti culturali del mondo scolastico ed è proprio questa la grande novità dell'edizione 2020. Avranno la possibilità di partecipare al Contest anche cortometraggi educativi non animati, allargando così l’invito a partecipare oltre che ai video animatori alle scuole (attraverso gruppi di alunni e/o docenti), ai video makers, ai creativi, agli appassionati di effetti speciali e agli sperimentatori nell’ambito della creazione video, professionisti o dilettanti, che potranno partecipare singolarmente o in gruppo attraverso la realizzazione di cortometraggi a valenza educativa.

 

 

Il fulcro di School in Motion è il mondo dell'istruzione e il Festival sostiene l'idea che la creatività sia un ottimo propellente per motivare all'apprendimento: mettere in campo competenze artistiche e di comunicazione di varia natura, allo scopo di arricchire le risorse educative disponibili, è una scommessa culturale per le nuove generazioni. La partecipazione è gratuita ed il Montepremi complessivo è 10000 euro.

 

Il Festival rientra nel progetto sociale “Comunicare Cultura” dell'Associazione non profit EMI, Educazione Multimediale Innovativa. L'associazione, in stretta partnership con UCI, è particolarmente attiva nella sperimentazione di tecniche innovative di motion capture per video animazioni, realtà aumentata e gamification, rivolte al mondo dell'educazione.

 

School in motion alla Sapienza

 

Lo staff di School in Motion è stato, in questi giorni, ospite del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università “La Sapienza” di Roma. Settanta i dottori, comunicatori del futuro, che hanno preso parte, dimostrando interesse e curiosità, alla presentazione del Festival. E' stata questa un’occasione, per gli studenti del Corso di Digital Education tenuto dalla professoressa Ida Cortoni, per approfondire nuove tecniche di video animazione e mettersi alla prova.

 

 

Il Presidente dell’Associazione non-profit Emi (Educazione Multimediale Innovativa) e ideatore del Festival, Professor Antonello Capra, ha sottolineato caratteristiche e peculiarità del campo, spiegato come il cortometraggio sia un facilitatore di apprendimento per gli studenti, illustrandone nuove e interessanti prospettive applicative:

 

“L'idea alla base di School in Motion e della progettualità di EMI è quella di creare una sinergia virtuosa, che permetta di arricchire il sistema Scuola. Lavorare insieme e "fare rete" negli ambiti dell'animazione educativa, della gamification e della realtà aumentata applicate alla didattica è il nostro obiettivo, che speriamo di condividere con molte altre realtà territoriali ed extra-nazionali".

 

A tal proposito, gli studenti sono stati invitati a partecipare al Contest a premi, prendendo anche in considerazione l’opportunità di confrontarsi con esperti provenienti da tutto il mondo, produttori e registi del calibro di Andrea Lucchetta (Lucky Red), Alessandro Belli (regista Rai Miur), Rosalba Vitellaro e Alessandra Viola (Larcadarte) e gli altri ospiti del Festival. La stessa professoressa Cortoni ha sposato la mission di School in Motion, offrendo la propria disponibilità a dare il suo personale contributo professionale alla Tavola rotonda pomeridiana che seguirà il festival.